grafologia il metodo

NOVITA'

SO SCRIVERE!
Il Metodo "Primavera"® per l'insegnamento della scrittura

14, 28 novembre orario 17.00 - 19.30
Brescia Editrice La Scuola Via Gramsci 26

Destinatari: docenti di scuola dell’Infanzia e scuola Primaria Un corso laboratoriale sull' innovativo metodo per l'insegnamento della scrittura e la prevenzione della disgrafia tra scuola dell'Infanzia e Scuola Primaria.

PROGRAMMA

7 novembre
Qualità, vantaggi e strumenti del Metodo Primavera®
Presentazione di un nuovo Alfabetiere nella didattica italiana della scrittura
Continuità nel passaggio dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Primaria
 
14 novembre
Il linguaggio dei segni: gradualità e rispetto dei tempi del bambino
Pregrafismo e presentazione del carattere stampato
Presentazione e valore del carattere corsivo

Quota di partecipazione: 100,00 €

La quota del corso comprende:

• 5 ore di formazione in presenza
• 5 ore di autoformazione
• Guida per l’insegnante
• Alfabetiere stampato per bambini
• Alfabetiere corsivo per bambini

Relatrice: Susanna Primavera filosofa specializzata in Grafologia presso l'“Associazione Europea di Psicologia del Disegno, Psicologia della Scrittura e Perizie Grafologiche” è socio ordinario AGI – Associazione Grafologica Italiana e svolge la sua attività come rieducatrice della scrittura e formatrice.

È previsto il rilascio dell’attestato.

Il corso verrà attivato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Il corso è acquistabile con la CARTA DEL DOCENTE

per informazioni e iscrizioni Editrice La Scuola



Il Metodo Primavera® in anteprima

Metodo Primavera anteprima


Premio Letterario La Rondine 2017

Laboratori di bella scrittura a Ponte Tresa - Porto Ceresio - Besano e Premi Grafologici

 
 
   

 


Dimmi come scrivi e ti dirò chi sei

Lettere piccole o grandi, inclinate verso destra o verso sinistra, foglio ordinato o caotico, parole appiccicate o distanziate. Il modo in cui scriviamo non è solo materia formale. Per mezzo dell'analisi grafologica, il nostro stile di scrittura racconta molto di noi, delle nostre inquietudini, della nostra personalità. Ne ha parlato la grafologa Susanna Primavera, ospite degli Alpini di Varese nell'ultimo Caffè della stagione.
22 aprile 2017 Varese





 

CONFERENZA SERALE

 

 

 

 
 
 

 


LA SCRITTURA PER CONOSCERE I FIGLI
ED EDUCARLI NELLA CRESCITA

Venerdì 13 novembre 2015 ore 21.00
Biblioteca Comunale di Bodio Lomnago

grafologia bodio lomnago


SCUOLA GENITORI: UN CAMMINO POSSIBILE E NECESSARIO
A.S. 2015/2016
Cari genitori, insegnanti, studenti…
Le Scuole dell’Infanzia di Ponte Tresa, Lavena e Cunardo, sono lieti di invitarvi
agli incontri formativi/informativi con il seguente programma


 


8 aprile 2015 ore 20.45 a Cuvio
volantino serate
cinque sensi


In seguito all'intervento sulla disgrafia tenutosi il 12 novembre 2014,
presso l'Università degli studi dell'Insubria di Varese,
Susanna Primavera è stata invitata alla trasmissione "Filosofia per tutti"
di Radio Missione Francescana, il 6 febbraio 2015.
registrazione


Mercoledì 12 Novembre 2014
dalle ore 15 alle 18
Approfondimenti "Progetto dei Giovani Pensatori"
Università degli Studi dell'Insubria di Varese
Via Dunant 3, Bizzozzero (VA)

Relazione "Educare al pensiero fin dalla Scuola dell'Infanzia"

Scarica la locandina in pdf

Susanna Primavera educare al pensiero educare al pensiero

 


Venerdì 25 ottobre 2013
Biblioteca civica di Bodio Lomnago ore 21:00
Videopriezione "Alla scoperta del proprio io..."
Grafologia e Dintorni

Scarica la locandina in pdf

Susanna Primavera   Susanna Primavera
     
 

 


 

Evento PLUS ITALIA 2012

Susanna Primavera, in qualità di Vice Presidente dell'Angris - Associazione Nazionale Grafologi Rieducatori della Scrittura - sottolinea l'importanza di una corretta impugnatura e di esercizi di motricità fine, portando un esempio di realizzazione di origami semplici, alla portata di bambini.


Per rieducatori della scrittura

Corso di Formazione in :
"Educazione del Gesto Grafico"
BOLOGNA 4 - 5 Giugno 2011

A.N.G.Ri.S.
Associazione Nazionale Grafologi Rieducatori della Scrittura
Via Padana Inferiore, 10 -10020 Riva presso Chieri (TO)

Cell: 331 7489885
E-mail: info@angris.itwww.angris.it

Scarica documenti in pdf: locandina - depliant


AGI Newsletter, 18 gennaio 2011

L’editoriale di Anna Castelli

AGIÈ stato un momento importante, la manifestazione di Roma a Villa Miani degli Stati generali delle professioni organizzati da CoLAP con il titolo COMPETE.R.E., sigla per Competenze Riconosciute nell’Economia. L’iniziativa ha avuto un grande successo con circa mille partecipanti e sia la nostra professione, la grafologia, che la nostra Associazione, l’A.G.I., hanno avuto una loro presenza importante.

Crisi del Lavoro: la Grafologia per il cambiamento è stato il titolo del workshop dell’Associazione Grafologica Italiana che ha visto la presenza di un numeroso pubblico che ha seguito con entusiasmo e curiosità le testimonianze dei diversi e autorevoli rappresentanti della magistratura, dell’economia, dell’impresa, dell’università, della scuola, dei centri dell’impiego che insieme a noi grafologi hanno testimoniato l’importanza della nostra professione. Una competenza ancora non pienamente dispiegata nel mer cato del lavoro qual è la grafologia, scienza e professione che interpreta il gesto grafico, lo educa e lo pone al servizio di un pieno sviluppo della persona.

AGIGiungere entro l’anno alla regolamentazione delle associazioni professionali è stato l’impegno assunto dai numerosi rappresentanti politici presenti alla manifestazione, che hanno condiviso le posizioni espresse dal CoLAP, impegnandosi in prima persona a intervenire per sollecitare il rapido completamento dei lavori in commissione Attività Produttive della Camera dei deputati per la regolamentazione delle associazioni professionali.

Ma noi, grafologi, un primo risultato l’abbiamo già raggiunto, dopo il riconoscimento del CNEL nel dicembre 2009, il 4 ottobre scorso il Ministro di Giustizia, di concerto con il Ministro delle Politiche europee, ha firmato i primi decreti di annotazione delle prime sei associazioni aderenti al CoLAP, fra queste l’Associazione grafologica italiana. Un successo senza precedenti che consente non solo alle nostre associazioni - A.G.I. e A.G.P. - di svolgere un ruolo nella definizione dei profili formativi europei, ma che, di fatto, riconosce anche il sistema delle professioni associative come parte del sistema professionale italiano assieme alle professioni rappresentate dagli ordini.

Il Tg1, intervistandoci, e semplificando un po’, ha detto che: «finalmente i grafologi hanno un albo», concetto ormai superato ma che tuttavia sottolinea l’importanza della nostra iscrizione in un registro ministeriale. Un riconoscimento, questo, certamente più che prestigioso che ci consente di guardare con fiducia al futuro.

Ora i tribunali, le scuole, le aziende e qualsiasi persona, anche un privato cittadino, che voglia rivolgersi a un grafologo professionista sa che l’associazione ne può certificare le competenze, perché noi, A.G.I., vigiliamo sia sulla formazione in ingresso che su quella in itinere e sulla deontologia professionale del professionista nostro iscritto; siamo, cioè un ente regolatore delle competenze grafologiche a tutela dell’utente.

Ma ciò che dà fiducia, ripagando il lungo lavoro preparatorio, di paziente e certosino lavoro di raccolta dati, adeguamento regolamentare, innumerevole invio di documenti, momenti di perplessità e sconforto è stato verificare nel recente incontro di Roma cosa la grafologia - da Udine a Bari, da Pisa a Roma, da Arezzo a Bologna - può di positivo produrre nelle aziende, nei centri dell’impiego, nelle scuole, nei tribunali.

Quanta convinzione e determinazione ci sia in chi difende anche con l’autorevolezza della competenza neurofisiologica l’importanza del gesto grafico e il suo contributo imprescindibile allo sviluppo psicomotorio e cognitivo del bambino. E non solo per il bambino, perché scrivere manualmente, anche solo per prendere appunti in riunione o in una conferenza stampa o in un’aula di formazione, leggere la propria grafia, leggersi dentro, riconoscersi e amare la propria scrittura è un percorso di mat urazione sulla via dell’autoconsapevolezza e dello sviluppo personale anche in età adulta. Esercizio sempre utile per chi voglia riflettere su se stesso o aspira a ruoli di responsabilità e di gestione di altri uomini.

Ciò che dà fiducia oggi, è aver visto tanti operatori di professioni e associazioni diverse unirsi sotto un unico cappello, il CoLAP, organizzandosi in modo solidale e partecipato, mostrando come anche in tempi di solitario individualismo e sfiducia collettiva a volte prevalga la speranza collettiva e crescano i progetti e gli obiettivi. E non sarà qualche minaccia già ventilata da parte di un ordine a farci rinunciare al legittimo obiettivo di esercizio della professione, di riconoscimento scientifico che, nel rispetto delle altre, non solo quelle psicologiche, si occupa del gesto grafico.

Questo è l’oggetto del nostro studio e della nostra attività, non la personalità e tanto meno la cura, oggetto delle loro competenze. Gli psicologi, oltretutto, hanno fatto il nostro stesso cammino cinquant’anni fa, e dunque dovrebbero ben sapere che non cresce la scienza, non si sviluppano le professioni e i mestieri, non si aprono i mercati ai giovani, ponendo inutili steccati o ricorrendo al Tar. L’Europa è più vicina, il mondo è più vicino, a poco serve camminare a testa in giù.

Il 22 ottobre a Roma per l’Associazione grafologica italiana è stato al tempo stesso un punto di arrivo e un punto di partenza: nel nostro ultimo direttivo abbiamo approvato la richiesta di iscrizione di ventisette nuovi soci ordinari, cui do il benvenuto con l’augurio che il loro percorso professionale sia più facile del nostro e che trovino sempre nella nostra Associazione, oggi e nel futuro, un competente punto di riferimento.


L'Associazione Grafologi Professionisti (A.G.P)

è felice di comunicare che è avvenuta l'attesa iscrizione della nostra associazione
nell'elenco tenuto presso il Ministero della Giustizia delle associazioni rappresentative a
livello nazionali delle professioni non regolamentate.
Riportiamo di seguito il messaggio dell'ing. Lupoi, presidente del CoLAP – Coordinamento
Libere Associazioni Professionali:

Comunicato Stampa 5/10/2010
CoLAP - Coordinamento Libere Associazioni Professionali
Riconosciuto il sistema duale
PROFESSIONI/QUALIFICHE: 6 ASSOCIAZIONI DEL COLAP ISCRITTE NEL
REGISTRO DEL MINISTERO
Lupoi: "Le associazioni esistono e fanno parte del sistema professionale"

Ieri, 4 ottobre 2010, per 6 Associazioni del colap è stato firmato il decreto di annotazione
nell'elenco delle associazioni rappresentative a livello nazionale delle professioni non
regolamentate previsto dal decreto 206/2007.
Per la prima volta nella storia delle professioni italiane le Associazioni professionali i non
regolamentate trovano una forte legittimazione all'interno di una legge dello stato con l'iscrizione
in un registro ministeriale.
"E' un successo senza precedenti - conferma Giuseppe Lupoi, presidente Colap - che riconosce il
sistema delle professioni associative come parte del sistema professionale italiano insieme alle
professioni rappresentate dagli ordini. Le associazioni esistono - continua Lupoi - e fanno parte del
sistema produttivo del nostro Paese. La firma del Ministro Alfano, di concerto con il Ministro delle
politiche comunitarie, rappresenta un atto di grande portata innovativa ed un passo in avanti per la
realizzazione di un sistema delle professioni duale e sinergico.
"Oggi – conclude Lupoi – possiamo affermare che il Colap ha vinto la sua battaglia più importanti
e può ora guardare con fiducia alla conseguente e necessaria regolamentazione delle libere
associazioni professionali, i cui progetti di legge sono in discussione presso la X commissione
attività produttive della camera.


Comunicato stampa

La professione del grafologo riconosciuta ufficialmente

a firma del Ministro della Giustizia Alfano

conclusa vittoriosamente una lunga battaglia del COLAP

Il 4 ottobre 2010 per 6 Associazioni del COLAP (Coordinamento Libere Associazioni Professionali), tra cui le Associazioni AGP (Associazione Grafologi Professionisti) e AGI (Associazione Grafologica Italiana) è stato firmato dal Ministro della Giustizia Alfano, di concerto con il Ministro delle Politiche Comunitarie Ronchi, il decreto di annotazione nell’elenco delle Associazioni di professionisti senza albo ai sensi del dlg 206/2007.

Per la prima volta nella storia delle professioni italiane, le Associazioni professionali non regolamentate trovano una forte legittimazione all’interno di una legge dello Stato con l’iscrizione in un registro ministeriale e conseguente accreditamento per la partecipazione alle piattaforme europee.

“E’ un successo senza precedenti che rappresenta un atto di grande portata innovativa”, afferma Giuseppe Lupoi, Presidente COLAP.

Questo straordinario traguardo mette la professione del grafologo in un quadro socio-politico diverso da quello precedente: se fino a poco tempo fa la mancata regolamentazione per la professione permetteva praticamente a chiunque di essere grafologo, anche con risultati platealmente dubbi e umilianti per chi da sempre ha dimostrato competenza e serietà, con questo decreto la professione del grafologo entra a far parte di un sistema dualistico tra Associazioni di Categoria e Albi Professionali, inserendosi a testa alta tra le professioni emergenti nella Comunità europea ed aderendo, quindi, ad un corpus di norme comuni su istruzione, standard professionali, codici di etica professionale e formazione obbligatoria continua.

“Per noi, dice la dottoressa Elena Manetti, Presidente Arigrafmilano, comincia la sfida più difficile ed esaltante: i nostri istituti di formazione, riconosciuti dalle due Associazioni di categoria AGP e AGI si devono assumere la responsabilità di formare i futuri professionisti in modo sempre più profondo e aggiornato, adeguare i programmi ai cambiamenti socio-culturali e all’evoluzione delle necessità imposte dall’Unione Europea”.

Il prossimo 22 ottobre il COLAP promuove il grande evento mediatico COMPETE.R.E. – Competenze Riconosciute nell’Economia – che si terrà a Roma nella prestigiosa Villa Miani, via A. Cadlolo 121, dalle ore 9.00 alle ore 18.00

Una giornata di incontro, di scambio, di confronto e di condivisione tra i liberi professionisti, il mondo politico, istituzionale, sindacale e la società civile.

Ufficio Stampa

Studio Esse

Via Settembrini, 46 – 20124 Milano

Tel. 02-20240181 - 20248043

e-mail: studioesse@studioesse.com


Sono pronti gli atti del Convegno Nazionale sulla DISGRAFIA: "LA DISGRAFIA: LA FATICA DI SCRIVERE", che si è tenuto a Faenza il 12 e 13 aprile 2008 clicca qui




Copyright ©
disgrafia